Programmi Midi

www.narcisivalter.it
Programmi Midi

I PROGRAMMI PER IL MIDI

Nel 1989 mi sono avvicinato per la prima volta al fantastico mondo del MIDI (Musical Instrument Digital Interface).
Acquistai per corrispondenza (da Como) un'interfaccia MIDI con connettore ISA e due uscite volanti di tipo DIN pentapolare femmina pagandola 150.000 lire più le spese di spedizione.
Purtroppo dalle mie parti nessuno conosceva questo tipo di interfaccia e il MIDI era praticamente sconosciuto (anche se apparso nei primi anni 80): ma lo era anche per me, e oltretutto non c'era Internet per fare esperienza o trovare qualche info.
Ricordo che una volta installata l'interfaccia nel mio PC Amstrad 1640 rimasi sorpreso: "Ma qui non succede niente !" esclamai.
Già, perché per far funzionare quell'oggetto misterioso, oltre a tanta buona volontà, serviva anche un programma (oggi si chiamano Sequencer).
Ricontattai telefonicamente il venditore chiedendogli cosa avrei dovuto fare per farla funzionare e magari se avesse potuto darmi qualche 'dritta' che avesse potuto fugare almeno uno dei miei mille dubbi. Purtroppo, anche dal venditore non ebbi molte informazioni, ma fortunatamente aveva il programma Cakewalk 4 per DOS e si attivò per spedirmelo (stava tranquillamente in un solo floppy-disk).

Cakewalk è stato il mio primo ed unico sequencer musicale (e già allora, poteva salvare i file anche in formato .MID oltre che con il suo formato proprietario, opzione che ancora mancava nei programmi più blasonati di quel tempo) anche se qualche anno più tardi ebbi modo di provare anche una delle prime versioni di Cubase for Windows.
E poi, pian piano sono riuscito a creare le mie prime basi midifile: l'esperienza negli anni successivi ha fatto il resto. Il cavetto me lo autocostruii in quanto anche questo genere di accessori era praticamente introvabile, almeno dalle mie parti: ricordo che acquistai due prese din pentapolari maschio e ne feci un cavetto unendo tutti e cinque i poli giacché non potevo ancora sapere che era sufficiente collegarne solo tre (il Midi sfrutta un protocollo seriale bi-direzionale)!

E così ho cominciato a fare le mie prime basi midi (a quel tempo avevo una Roland E-5 acquistata proprio perché aveva le prese Midi: avevo anche una Siel Orchestra 2 e un organo elettronico Elka, ma non sarebbero mai stati di aiuto poiché sprovvisti di prese Midi.

La prima base musicale che ho realizzato (lo rocordo benissimo come fosse ieri) è stata quella dei Rondò Veneziano con il titolo omonimo: la salvai con l'estensione tipica di Cakewalk: WRK (ancora oggi sempre la stessa).

Durante le mie serate (a quel tempo ne facevo molte, specialmente in estate) mi portavo dietro il mio ingombrante computer con tanto di monitor e quando inserivo i floppy-disk flessibili da 5,25" molti pensavano che suonassi con i dischi (si, avete capito bene, proprio quelli neri in vinile!).

Col tempo ho cambiato vari PC e altrettante versioni di Cakewalk e oggi è sufficiente anche un piccolo portatile per chi suona con le basi (senza considerare che le tastiere moderne hanno già un Floppy-Drive, una presa USB o addirittura un Hard-Disk interno).

Ma torniamo al MIDI. Le prime specifiche del MIDI furono proposte nel 1981 da due progettisti della Sequential Circuits (SCi).
Nel 1982 anche Roland, Yamaha e Kawai aderirono alla proposta della SCi per scrivere le specifiche e diffondere il MIDI.
Nel 1983 apparve sul mercato la prima tastiera con prese midi: un Prophet 600 della SCi e l'anno successivo anche la Yamaha propose il suo mitico DX-7 con tanto di prese midi.

Tuttavia, il primo vero protocollo MIDI ufficiale universalmente riconosciuto (versione 1.0) si ebbe solo nel 1985 dopo il superamento di alcune divergenze tra i costruttori americani e quelli giapponesi. Nel 1986 la Opcode System propose lo standard per i Midifile ( SMF) che fu ufficialmente adottato, però, solo nell'estate del 1988.

Non voglio assolutamente fare qui un trattato su questo protocollo di comunicazione giacché in rete si trovano molte informazioni a riguardo. Voglio piuttosto rendere pubblici tutti i miei migliori programmi che hanno per argomento il MIDI e le basi musicali Midi (altrimenti detti Midifiles).
Tranne un paio, tutti gli altri programmi sono stati realizzati con Visual Basic 5 e 6 e l'utente, oltre al file eseguibile o al Setup, potrà scaricare, se lo desidera, anche i sorgenti, utili per personalizzare il codice secondo le proprie esigenze o solo anche per capire come sono state realizzate alcune funzioni.
Ricordo che, per utilizzare gli eseguibili (.EXE), non è indispensabile installare il Visual Basic sul PC.
Altri programmi generici in Visual Basic li trovate nella pagina Visual Basic.

 

 

Cakewalk is a registered trademark of Roland Corporation. Visual Basic is a registered trademark of Microsoft Corporation. Other company names and product names appearing in this site are the registered trademarks or trademarks of their respective companies.

DISCLAIMER - Tutti i programmi presentati e descritti nel sito web http://www.narcisivalter.it possono essere utilizzati solo ad uso privato e senza scopo di lucro, pertanto non commercializzati. Non sono di dominio pubblico per cui i diritti d'autore rimangono dell'ideatore. Per utilizzare a fini commerciali i programmi o parte di essi, si dovrà contattare l'Autore per concordare un'eventuale autorizzazione scritta.
RESPONSABILITÀ - Tutti i programmi sono stati realizzati e sperimentati personalmente dall'autore, tuttavia l'autore stesso non garantisce, a chi li realizzerà, un sicuro e perfetto funzionamento. Molte informazioni e programmi presentati sul sito www.narcisivalter.it sono pensate e realizzate per un'utenza addetta ai lavori, specializzata nel settore informatico e quindi in grado di valutare la correttezza e la funzionalità dei programmi. Pertanto l'utente stesso accetta espressamente di utilizzare i contenuti del sito sotto la propria responsabilità.
IL CONTENUTO DI QUESTO SITO WEB E' STATO RILASCIATO A PURO TITOLO HOBBISTICO E/O DI STUDIO E L'AUTORE NON GARANTISCE LA MATEMATICA CERTEZZA DEL FUNZIONAMENTO DI TUTTI I PROGRAMMI E NON SI ASSUME NESSUNA RESPONSABILITÀ, ESPLICITA O IMPLICITA, RIGUARDANTE INCIDENTI E/O CONSEGUENTI POSSIBILI DANNI DERIVANTI DALL'USO DEL SOFTWARE SCARICABILE DA QUESTO SITO WEB. CHI SCARICA E UTILIZZA I PROGRAMMI DESCRITTI IN QUESTO SITO LO FA COME SUA LIBERA SCELTA ASSUMENDOSI TUTTE LE RESPONSABILITÀ CHE, EVENTUALMENTE, NE POTREBBERO DERIVARE.

Privacy Policy - Cookie Policy - Condizioni d'Uso