Progetti Elettronici

www.narcisivalter.it
Progetti di Elettronica

 COSA C'E' DI NUOVO 
 WHAT'S NEW 

1/1000 PIC Stopwatch (Cronometro Millesimale con PICmicro)

Cronometro Millesimale
con PICmicro



Pulse Generator (Generatore di Impulsi)

Generatore di Impulsi



Digital Alarm Clock (Sveglia elettronica)

Orologio-Sveglia
Digitale



UV Exposure Timer

Timer Programmabile
per Bromografo



Event Counter

Contatore di eventi
in formato H'MM:SS



LED Traffic Light for Modelling

New LED Traffic Light
Semaforo per modellismo



Universal Top Octave Synthesizer

Universal T.O.S.



0-90 seconds Digital Timer

Timer 0-90 secondi



1/10 Second StopWatch

Cronometro Decimale
1/10 Stopwatch



Orologio Digitale a DISPLAY GIGANTI

Orologio Digitale Gigante
Large Digital Clock



Orologio Digitale a LED

Orologio Digitale Rotante
Rotating LED Clock



Orologio Digitale a LED

Orologio Digitale a LED
Digital LED clock



Centrale antifurto 8 zone

Centrale di allarme 8 Zone
8-Zone Burglar Alarm



Cronometro Millesimale LCD

Cronometro Millesimale
1/1000 Stopwatch LCD



Cronometro Millesimale C/MOS

Cronometro Millesimale
con integrati C/MOS

 

Translate Page


ELETTRONICA

La passione per l'elettronica nasce in prima media, all'età di 11 anni: un radiotecnico mi mostrò un piccolo amplificatore a transistor montato in una scatola di legno e, vedendomi molto interessato all'oggetto, me lo regalò. L'amplificatore non c'è più, ma la passione, da allora, è sempre rimasta.

Ho fatto le mie prime esperienze con la rivista Elettronica Pratica e nel 1979 ho acquistato il mio primo vero strumento professionale: un Supertester ICE mod. 680-G pagandolo, se non ricordo male, 30-35.000 lire, e Vi assicuro che, in quegli anni, era una gran bella cifra!

Come tutti gli hobbisti, ho continuato per anni a leggere riviste di elettronica, soprattutto Radio Elettronica e la mitica Nuova Elettronica (nelle edicole fino al 2013, prima della sua totale chiusura): oltretutto avevo anche i libri di scuola da studiare!

Nel 1998 ho effettuato le mie prime esperienze con i programmi CAD (Computer-Aided Drafting) per la realizzazione di schemi elettrici e circuiti stampati (PCB) e alla fine, dopo aver provato anche i software P-CAD 2006 ed Eagle, ho scelto quello che mi sembrava più idoneo: Protel 98.
E così, dopo una fase di studio più o meno lunga, dal 2000 ho cominciato a utilizzare questo software per tutti i miei progetti e, dal 2004, sono passato a una versione migliorata: Protel 99 SE (che, tra l'altro, è in grado di creare anche l'immagine tridimensionale del PCB).

GLI STRUMENTI MUSICALI   [ TORNA ALL'INIZIO ]

E vista la continua passione per l'elettronica e gli strumenti musicali, agli inizi degli anni '80 riuscii a costruirmi un completo organo elettronico a due tastiere mettendo insieme pezzi di circuiti SIEL, ELKA e FARFISA: per realizzare l'organo elettronico, acquistai anche l'intero mobile (vuoto ma ugualmente pesante !) per la "modica" cifra di 50.000 lire.

La realizzazione dell'opera richiese circa cinque mesi (ricordo benissimo che il cuore di tutto l'organo era un chip siglato M108B1 della SGS-Ates, ora ST-Microelectronics). Non pago, successivamente, realizzai anche una tastiera d'archi con i famosissimi (e costosissimi) chip della Texas Instruments siglati TMS3615 e TMS3617.

E tanto per non farmi mancare niente, realizzai anche un completo sintetizzatore monofonico (in inglese "Monophonic Synthesizer") basato sul circuito di un SX-1000 della JEN (un'Azienda di Pescara, ormai chiusa da decenni), che faceva uso dell'altrettanto costosissimo chip siglato M110B1 della SGS-Ates. Di questi strumenti (oltretutto venduti negli anni successivi) non ho più nessuna documentazione (ed è un vero peccato !).

COLLABORAZIONE CON LE RIVISTE
ELETTRONICA FLASH e PROGETTO   [ TORNA ALL'INIZIO ]

Tra maggio e giugno del 1988, realizzai il mio primo lavoro per la rivista Progetto di Elektor e successivamente, tra maggio 1989 e marzo 2005, tutta una serie di articoli pubblicati dalla rivista Elettronica Flash di Bologna (una delle maggiori riviste di elettronica di quel tempo, edita dalla Felsinea).
Ecco l'elenco completo dei progetti pubblicati da entrambe le riviste:

Tutta la documentazione tecnica originale dei progetti è stata gelosamente conservata (e "riesumata" proprio per la stesura di questo sito). Per tutti gli articoli posseggo ancora le riviste originali di quel tempo, molte delle quali recuperate tra annunci su internet e richieste di arretrati (nel corso degli anni alcune delle mie erano andate perse).
Cliccando sui pulsanti qui a sinistra, si possono consultare tutti i progetti pubblicati (e molti altri) con possibilità di scaricare una copia completa dell'articolo originale.

I MICROCONTROLLORI PIC (MicroChip)   [ TORNA ALL'INIZIO ]

Agli inizi del nuovo secolo è cominciato l'interesse verso i Microcontrollori e dopo uno studio teorico (grazie a documenti trovati in rete ed un paio di libri acquistati on-line) mi sono "specializzato" nella programmazione dei PICmicro della Microchip, acquistando il programmatore USB PicKit2 originale, un vero "gioiellino" !
Con i microcontrollori ho realizzato i seguenti progetti (selezionabili anche dai pulsanti azzurri visibili nella colonna di sinistra):

ESPERIENZE NEL SETTORE   [ TORNA ALL'INIZIO ]

Per molti anni ho lavorato in Aziende che producevano strumenti musicali e in altre che costruivano e commercializzavano apparecchiature per la sicurezza (antifurto e antincendio). Negli ultimi anni mi sono anche occupato di riparazione di strumenti musicali e amplificatori, soprattutto vintage (con il grande problema di reperirne la rara documentazione tecnica).

Nel video seguente appare un organo Farfisa modello 257-RV (del 1976) da me completamente restaurato e riparato (era in pessime condizioni) e, come potete ascoltare, ora funziona alla grande!

Tico-Tico (Abreu) on Farfisa 257-R

Un'altra utile e interessante esperienza l'ho fatta nel 1997 e nel 1998, partecipando a due corsi di aggiornamento tecnico presso la Carpigiani Group - Ali S.p.A. di Bologna.



DISCLAIMER - Tutti i progetti elettronici presentati e descritti nel sito internet https://www.narcisivalter.it possono essere utilizzati solo ed esclusivamente ad uso privato e senza scopo di lucro, pertanto non commercializzati. Le documentazioni dei progetti (schemi elettrici, disegni, foto, video, firmware, ecc.) non sono di dominio pubblico per cui i diritti d'autore rimangono dell'ideatore. Per utilizzare a fini commerciali i progetti (o parte di essi) presenti in questo sito web, si dovrà contattare l'Autore per concordare un'eventuale autorizzazione scritta.
RESPONSABILITÀ - Tutti i progetti elettronici presenti nel sito internet www.narcisivalter.it sono stati realizzati e sperimentati personalmente dall'Autore, tuttavia l'Autore stesso non garantisce, a chi li realizzerà, un sicuro e perfetto funzionamento. Tutti i progetti elettronici presentati sul sito www.narcisivalter.it sono pensati e realizzati per un'utenza addetta ai lavori, specializzata nel settore elettrico ed elettronico e quindi in grado di valutare la correttezza e la funzionalità dei progetti stessi. Pertanto l'utente accetta espressamente di utilizzare i contenuti del sito sotto la propria responsabilità. I PROGETTI ELETTRONICI PRESENTATI SU QUESTO SITO SONO STATI RILASCIATI A PURO TITOLO HOBBISTICO E/O DI STUDIO E L'AUTORE NON GARANTISCE LA MATEMATICA CERTEZZA CIRCA IL LORO FUNZIONAMENTO E NON SI ASSUME ALTRESI' NESSUNA RESPONSABILITÀ, ESPLICITA O IMPLICITA, RIGUARDANTE INCIDENTI O CONSEGUENTI POSSIBILI DANNI A PERSONE E/O COSE DERIVANTI DALL'USO DEI PROGETTI STESSI. CHI REALIZZA E UTILIZZA I PROGETTI ELETTRONICI DESCRITTI IN QUESTE PAGINE, LO FA COME SUA LIBERA SCELTA ASSUMENDOSI TUTTE LE RESPONSABILITÀ CHE, EVENTUALMENTE, NE POTREBBERO DERIVARE.
AVVERTENZE - Molti circuiti descritti nelle pagine di questo sito sono sottoposti a tensione di rete 220-240 Vac e pertanto potenzialmente pericolosi; si può rimanere folgorati se non realizzati ed utilizzati secondo le norme di sicurezza vigenti. Pertanto l'utente e' tenuto a verificare se quanto realizza e' conforme alla normativa ed alla legislazione vigente. Per i non "addetti ai lavori" (improvvisati auto-costruttori) va ricordato che in particolari situazioni (diminuzione resistenza del corpo) già una tensione di 25V alternata potrebbe essere pericolosa. L'elettronica e l'elettricita' in genere affascina molte persone ma va ricordato che non basta uno schema scaricato da Internet per poter arrivare a un prodotto funzionante e sicuro: infatti ci vogliono un minimo di conoscienze delle fondamentali leggi della fisica, dell'elettricita' e dell'elettronica oltre all'esperienza pratica nell'uso di attrezzi e strumenti indispensabili, come saldatore, tester, oscilloscopio, ecc...

Privacy Policy - Cookie Policy - Condizioni d'Uso